Un salario degno per le madri e altre/i prestacure

Petizione a TUTTI i governi

Un salario degno per le madri e altre/i prestacure

La cura degli altri sta alla base di ogni società, ma questo lavoro, fatto per lo più dalle donne, è svalutato e scarsamente finanziato:

Vogliamo:

1. Che ad ogni lavoratore, comprese le madri e altre/i prestacure, venga pagato un salario degno.

2. Che i bilanci nazionali e internazionali reindirizzino l’appoggio finanziario e le risorse verso le madri e altre prestacure.

Firmiamola (in inglese)

Prodotta da:  Sciopero Globale delle donne (GWS) • Donne di Colore nel GWS
gws@globalwomenstrike.net   www.globalwomenstrike.net
+44 (0) 20 7482 2496
CrossroadsWomen’s Centre, 25 Wolsey Mews, NW5 2DX, United Kingdom
 

Sostenuta da: Single Mothers’ Self-Defence • WinVisible (donne con disabilità visibili e invisibili) • Rete di uomini Payday • Mothers at Home Matter • John McDonnell MP • Greg Philo (Glasgow Media Group) . . .

Stiamo compilando l’elenco dei sostenitori, che verrà lanciato il 14 marzo e regolamente aggiornato dopo di allora.

Chiedete alla vostra organizzazione / gruppo / sindacato di sostenerci.
 

Vogliamo un salario degno per le madri e altre/i prestacure perché:

• Chi lavora ha diritto a un salario degno. Le donne fanno 2/3 del lavoro dell mondo – in casa, sulla terra e nella comunità - ma la maggior parte di questo lavoro non è salariato.

• Le donne sono le prime prestacure dovunque nel mondo e lottano per la sopravvivenza e il benessere di bambini, malati, disabili e anziani, a casa e fuori, in pace e in guerra. Le donne coltivano la maggior parte del cibo del mondo

• La maggior parte delle prestacure, a cominciare dalle madri, non prendono un salario e non vengono considerate lavoratrici

• Molte prestacure sono loro stesse disabili, molte sono bambine/i che si curano dei più piccoli o dei loro genitori disabili; molti sono nonni che escono dalla pensione per curarsi dei figli dei loro figli.

• Il lavoro di cura è un lavoro duro ma le abilità che richiede sono sottovalutate anche sul mercato del lavoro – lavoro domestico, assistenza domiciliare, cura dei bambini e perfino le infermiere, sono sottopagate.

• Dar valore al lavoro di cura aiuterebbe a chiudere il divario di reddito tra donne e uomini, otre ad attirare più uomini al lavoro di cura.

• La dipendenza economica quando il lavoro di cura non è salariato spesso intrappola le donne in rapporti violenti.

• Molte madri fanno parecchi lavori e devono adattare il loro tempo con i figli al loro lavoro - questo è estenuante e stressante per tutti.

• Quando le madri vengono impoverite e oberate di lavoro, i figli soffrono: fame, malattie, violenza e sfruttamento.

• Le madri che devono tornare a un altro lavoro poco dopo il parto hanno meno probabilità di allattare.

• Le donne che si prendono tempo libero dal lavoro per prendersi cura dei bambini e altre persone care, perdono paga, promozioni, assistenza sociale e future pensioni.

• La svalutazione del lavoro di cura svaluta le persone, i rapporti e la vita stessa.

• Investire nella cura, raddrizza le politiche economiche e sociali verso la sopravvivenza, la salute e il benessere – per ogni individuo e per il pianeta che ci mantiene tutti.

Firmiamola (in inglese)

Tags: